Centrale idroelettrica Tusciano

Descrizione

La centrale idroelettrica Tusciano, primo impianto idroelettrico nel sud Italia, è stata costruita agli inizi del 1900. L'impianto del Tusciano, attualmente, ha una produzione di circa 9,8 MW. L'acqua utilizzata dalla centrale viene incanalata attraverso uno sbarramento sul fiume Tusciano in località Acquabuona, nel comune di Acerno. Attraverso una condotta sotterranea l’acqua raggiunge, in un’ora circa, la vasca di raccolta nel "Bacino", qui viene fatta scorrere in una condotta in ferro e dopo un salto di 280 metri raggiunge le turbine che trasmettono l'energia a un alternatore che produce l'energia elettrica poi immessa in rete.

Nella centrale è installato un Gruppo di generazione con potenza di 9,2 MW e una capacità produttiva di 45 GWh/anno.

Principali obiettivi

La vista alla centrale idroelettrica permette di capirne il suo reale funzionamento. In particolare, sarà possibile apprendere come, partendo dall’energia prima potenziale e poi cinetica dell’acqua che arriva all’impianto, attraverso le condotte di monte, si arriva a produrre energia elettrica grazie all’impiego di grandi turbine. 

Infine verrà illustrato come tali energie rinnovabili siano di fondamentale importanza in riferimento agli obiettivi energetici previsti anche nell’Agenda 2030.

Come raggiungere l’impianto 

Indirizzo

Via San Leone, 71, Olevano sul Tusciano (SA)

Durata della visita

1,5 ore

Target

Studenti scuola primaria e scuola secondaria di I e II grado

Periodo visite

Novembre-maggio

Numero max visitatori

30

Prenota una visita

Le visite programmate rappresentano un’occasione per scoprire gli impianti Iren dedicati al ciclo idrico, al ciclo integrato dei rifiuti e alla produzione di energia.
Dal 3 ottobre al 31 ottobre 2022 sarà possibile prenotare la tua visita.

Prenota una visita

Materiali utili

Olevano sul Tusciano - 24 marzo 2017

Olevano sul Tusciano - 24 marzo 2017